Salta al contenuto principale

Messaggio di stato

304+343+303+305

Premio Paganini 56° Edizione

Paganini Prize 56° Edition
Calendary Dal 16-10-2021 al 27-10-2021

PREMIO PAGANINI: VINCE GIUSEPPE GIBBONI

 
Con il salernitano Giuseppe Gibboni, il Premio Paganini Torna in Italia. Si è appena con-clusa della 56ª edizione del prestigioso concorso di violino, che si è svolto con la direzione artistica di Giuseppe Acquaviva. 
 
A dichiarare Giuseppe Gibboni vincitore, la giuria, presieduta da Sergej Krylov e compo-sta da Pietro Borgonovo, Pierangelo Conte, Francesca Dego, Stephanie Gonley, Pavel Korgan, Aiman Mussakhajayeva, Cristoph Poppen, e Pavel Vernikov.
 
Si è classificato al secondo posto Nurie Chung (Corea del Sud), in terza posizione, ex ae-quo, abbiamo Ava Bahari (Svezia), Lara Boschkor (Germania).
 
Come in ogni edizione, sono stati assegnati anche i seguenti premi speciali:
 
Premio alla memoria di Stefano Fiorilla, offerto dalla moglie Giovanna Barone Fiorilla al concorrente finalista per la migliore esecuzione del Concerto di Paganini: Giuseppe Gib-boni
 
Premio alla memoria del maestro Ruminelli, offerto dall’omonima associazione culturale al concorrente che ha ottenuto nella finale il maggior riconoscimento da parte del pubblico: Giuseppe Gibboni 
 
Premio alla memoria di Enrico Costa, offerto dalla famiglia Costa al concorrente finalista più giovane ammesso in finale: Nurie Chung 
 
Premio Associazione Amici di Paganini al concorrente semifinalista per la migliore esecu-zione del brano contemporaneo, commissionato a Carlo Boccadoro, nella prova semifina-le: Nurie Chung
 
Premio alla Memoria di Renato e Mariangiola De Barbieri offerto dall’omonima associazio-ne al concorrente semifinalista per la migliore interpretazione dei Capricci di Paganini: Giuseppe Gibboni

 

 

ECCO i 6 FINALISTI

Louisa Staples (Regno Unito), Olga Artyugina (Russia), Ava Bahari (Svezia), Lara Boschkor (Germania), Nurie Chung (Corea del Sud), Giuseppe Gibboni (Italia): sono i 6 violinisti che si cimenteranno nelle finali della 56esima edizione del Premio Paganini, il prestigioso concorso internazionale che quest’anno - come già nel 2018 - si svolge con la direzione artistica di Giuseppe Acquaviva. 
 
Sono quattro le donne in finale, per la prima volta nella storia del Premio, mentre tra i due uomini abbiamo un italiano e il concorrente più giovane dell’edizione: Nurie Chung, classe 2005.
 
Si sono appena concluse al Teatro Carlo Felice, le prove semifinali che hanno impegnato 15 violinisti tra i 16 e i 30 anni nell’esecuzione di musiche di Brahms e Paganini, oltre a un brano contemporaneo appositamente commissionato a Carlo Boccadoro e a un lavoro vir-tuosistico a scelta del concorrente, tra vari autori dell’’800 e del primo ‘900.
 
Le prove finali si svolgeranno al Teatro Carlo Felice, sabato 23 e domenica 24 ottobre a partire dalle 15. 
 
I finalisti si disputeranno il Premio Paganini esibendosi insieme all’orchestra del Carlo Feli-ce, diretta da Sergej Krylov che è anche presidente della giuria; oltre all’obbligatorio Con-certo n.1 M.S.21 di Paganini, i violinisti in gara eseguiranno un altro concerto a scelta fra quelli di Beethoven, Brahms, Sibelius e Cajkovskij. 
 
Le finali saranno trasmesse in streaming sul canale youtube Genovamorethanthis 
 
In occasione delle finali del Premio, inoltre, sarà possibile votare il proprio finalista preferito sul sito www.premiopaganini.it
 
 
 

PREMIO PAGANINI 2021

Dal 16 al 24 ottobre torna il Premio Paganini, il prestigioso concorso internazionale di violino giunto alla sua 56esima edizione, che quest’anno, come già nel 2018, si svolge con la direzione artistica di Giuseppe Acquaviva.

A causa dell’emergenza sanitaria, le preselezioni del Premio si terranno sul web e non nelle capitali mondiali della musica, New York, Vienna, Mosca, Guangzhou, come nelle ultime due edizioni del concorso.

Il concorso si articolerà, come da tradizione, in tre prove: eliminatorie, semifinali e finali.

Le prove eliminatorie, previste per il 16 e il 17 ottobre, avranno luogo a Palazzo Tursi (Salone di Rappresentanza), dove i concorrenti eseguiranno pagine di Bach e Paganini.

Il Premio si sposterà poi al Teatro Carlo Felice dove, il 19 e il 20 ottobre, i violinisti selezionati si cimenteranno nelle semifinali che prevedono l’esecuzione di musiche di Brahms e Paganini, oltre a un brano contemporaneo appositamente commissionato a Carlo Boccadoro e un lavoro virtuosistico, a scelta delconcorrente fra vari autori dell’Ottocento e del primo Novecento.

Mentre i finalisti si esibiranno il 23 e il 24 ottobre insieme all’Orchestra del Teatro, diretta da Sergej Krylov, presidente della Giuria. I finalisti (massimo sei) eseguiranno, oltre all’obbligatorio Concerto n.1 M.S.21 di Paganini, un altro concerto a scelta fra quelli di Beethoven, Brahms, Sibelius e Cajkovskij.

 

Si informa che a partire dal 6 agosto, in ottemperanza all'ultimo decreto legge per il contenimento dell'emergenza Covid-19, è necessario esibire il GREEN PASS.

 

Tutte le info per partecipare, sul sito: www.premiopaganini.it


I 15 VIOLINISTI CHE PARTECIPERANNO ALLE SEMIFINALI DEL 56° PREMIO PAGANINI

Luo Chaowen 10/01/2001 Cina
Staples Louisa 08/03/2000 Regno Unito
Uno Yukiko 11/11/1995 Giappone
Weng Quingzhu 30/08/2001 Cina
Yoshimoto Rino 26/02/2003 Giappone
Zharova Galiya 22/11/1991 Russia
Andersen Christopher Tun 20/12/1991 Norvegia
Artyugina Olga 22/07/1991 Russia
Bahari Ava 10/11/1996 Svezia
Boschkor Lara 01/10/1999 Germania
Chen Yige 28/04/2000 Cina
Chung Nurie 06/02/2005 Corea del Sud
Gibboni Giuseppe 16/05/2001 Italia
Ho Kingston 27/05/2001 Stati Uniti
Navasardyan Areg 22/10/1999 Russia

 

UN OTTOBRE PAGANINIANO

Il Premio Paganini sarà la “punta di diamante” di un ottobre paganiniano particolarmente ricco di proposte, eventi, approfondimenti che metteranno il violinista genovese sempre più al centro della promozione culturale della città, facendone un riferimento unico sulla scena internazionale.

Nel quadro della valorizzazione della figura di Paganini e del suo rapporto con Genova, si inseriscono importanti iniziative e nuove opportunità. Il Paganini Genova Festival, quest’anno alla sua terza edizione, avrà fra i suoi appuntamenti di maggior rilievo un importante convegno internazionale e il recital di Kevin Zhu, giovane e talentuoso artista vincitore dell’edizione 2018 del concorso, che il 27 ottobre, in occasione dell’anniversario della nascita di Paganini, avrà il privilegio di esibirsi a Palazzo Tursi con il Guarneri del Gesù, il celeberrimo Cannone appartenuto al grande violinista genovese.

Un particolare impegno sarà dedicato alla valorizzazione e alla promozione internazionale della figura di Paganini, attraverso un’articolata strategia di comunicazione che vedrà uno spazio prioritario dedicato sul sito Visitgenoa, nel quale, attraverso una landing page realizzata in occasione dell’ottobre paganiniano, sarà possibile accedere a tutto il patrimonio culturale, musicale e storico legato al grande violinista e al suo rapporto con la città: dagli eventi, ai percorsi museali, agli archivi al centro studi paganiniani, recentemente ricollocati in una prestigiosa sede a Palazzo Tursi


 

LA STORIA DEL PREMIO PAGANINI

Fu il critico musicale Carlo Marcello Rietmann nel 1940 (nel primo centenario della morte di Paganini) a lanciare l’idea di un Premio a lui intitolato. Scoppiò la guerra e non se ne fece nulla. Ma nel 1952 il sindaco Vittorio Pertusio e l’assessore alla cultura Lazzaro Maria De’ Bernardis nell’istituire in modo permanente le feste colombiane di ottobre diedero vita a tre Premi, uno dei quali, appunto, fu il concorso dedicato a Paganini e affidato alla direzione artistica del più autorevole compositore genovese del Novecento, Luigi Cortese.

Nel 1954 la prima edizione fu a dir poco rapida. Si presentarono due soli violinisti e non venne assegnato alcun premio. A partire dall'anno successivo, però, i concorrenti aumentarono, nel '56 per la prima volta fu assegnato il massimo riconoscimento e da allora, gradualmente, il concorso acquisì un sempre maggior prestigio a livello internazionale. Proprio nel 1956 a Genova, in una serie di incontri preliminari furono gettate le basi per la costituzione, l'anno successivo, a Ginevra, della Federazione dei Concorsi Internazionali di Musica di cui il «Paganini» fu socio fondatore.

La dimensione spettacolare del Premio fu affinata nel corso degli anni. In un primo tempo le eliminatorie si svolgevano a porte chiuse, successivamente tutte le esecuzioni furono pubbliche per dar modo agli appassionati di seguire ogni fase della competizione.

Mantenuta fino al 2002 la cadenza annuale, il concorso divenne poi per pochi anni biennale per trasformarsi nelle ultime edizioni in triennale.

La severità delle giurie e l’articolazione delle prove tese ad approfondire tanto gli aspetti tecnici di una esecuzione, quanto il gusto interpretativo, hanno garantito nel tempo l’alto livello qualitativo della manifestazione.

Non a caso il primo premio per ben sedici volte non è stato assegnato e i violinisti laureati hanno tutti percorso carriere di assoluto prestigio internazionale: basta ricordare Salvatore Accardo (1958), Grigory Zhislin (1967), Ghidon Kremer (1969), Leonidas Kavakos (1988), Natalia Prichepenko (1990), Massimo Quarta (1991), Isabelle Faust (1993), Bin Huang (1994), Giovanni Angeleri (1997), Sayaka Shoji (1999), Mengla Huang (2002), In Mo Yang (2015), Kevin Zhu (2018).


 

Foto Kevin Zhu,  @  Giusi Lorelli Fotografa

 

 Radio Monte Carlo è Media partner della città di Genova

Info utili

Potrebbe interessarti anche...

Euroflora 2025

Euroflora 2025

Data di svolgimento: 24 Apr 25 - 04 Mag 25

Scopri di più

Mondiali di Coastal Rowing

Mondiali di Coastal Rowing

Data di svolgimento: 06 Set 24 - 08 Set 24

Scopri di più

Voglio tornare negli anni '90 al Balena Festival

Voglio tornare negli anni '90 al Balena Festival

Data di svolgimento: 28 Lug 24

Scopri di più

CCCP - Fedeli alla Linea live al Balena Festival

CCCP - Fedeli alla Linea live al Balena Festival

Data di svolgimento: 27 Lug 24

Scopri di più

Electropark 2024

Electropark 2024

Data di svolgimento: 11 Lug 24 - 14 Lug 24

Scopri di più