Salta al contenuto principale

IL CENTRO STORICO. PERDERSI (E RITROVARSI) A GENOVA

Uno scorcio di cielo sui vicoli del centro storico- foto stefano goldberg-publifoto

Perdersi, per poi ritrovarsi. Per poi perdersi e ritrovarsi ancora. Ancora e ancora… In un gioco che potrebbe continuare all’infinito in quello che si dice essere il Centro storico più grande d’Europa. E’ il labirinto di Giano, l’antica divinità latina preposta alle soglie, alle fasi di transizione e ai passaggi. Da un tempo all’altro, da un mondo all’altro. E al quale è intitolata la città di Genova. Nella seduzione di una piazzetta appartata, che ammicca da un’apertura a lato di un vicolo, chiama una piccola trasgressione al comandamento del “Voi siete qui” che ci vorrebbe sempre tracciati, geolocalizzati nel reticolo di una mappa. Tanto smarrirsi veramente è praticamente impossibile, che le rotte sicure delle visite guidate sono sempre a un passo (https://www.visitgenoa.it/conosci-genova).
Genova città delle soglie, di passi sospesi tra sliding doors che possono aprire o chiudere mondi. Fuori e dentro di te. Uno spicchio di sole buca la gabbia di tetti così vicini da toccarsi, un gatto bianco attraversa pigro il vicolo. L’avresti detto che perdersi, almeno un po’, poteva essere il modo migliore di ritrovarsi?

City Pass Genova

È il pass turistico ufficiale per Genova.
Ti accompagna nella scoperta della città  per valorizzare il tuo tempo libero!  

Acquistalo subito

Immagine
img