Salta al contenuto principale

Messaggio di stato

I feel good in biblioteca - da febbraio 2024

Curato dal Sistema bibliotecario Urbano del Comune di Genova, I feel good in biblioteca vuole rispondere a un bisogno molto sentito, soprattutto dalle giovani generazioni: quello di ritrovare occasioni di socialità e spazi di aggregazione dove poter esprimere le proprie idee, mettersi in gioco e accrescere le proprie competenze.

Obiettivo primario del progetto, attivo per 1 anno, è quindi assicurare ai giovani un accesso più ampio possibile alle biblioteche, intese non solo come luoghi di fruizione del patrimonio librario, ma anche come sedi di dialogo, di iniziative culturali, ludiche e formative che consentono agli stessi di esprimersi e di giocare un ruolo da attori protagonisti, abbattendo ogni barriera e disuguaglianza.

Le biblioteche coinvolte nel progetto si inseriscono in realtà territoriali periferiche (Biblioteca Civica Cervetto e Biblioteca Civica Benzi) e in tessuti culturali multietnici vivi, caratterizzati da altrettanto forti contraddizioni (Biblioteca Internazionale per ragazzi Edmondo De Amicis). Importanti se non unici presidi culturali, forniscono non solo un indispensabile servizio culturale per la cittadinanza, ma rappresentano un vero e proprio hub di comunità dove le distanze sociali, fisiche e linguistiche tra persone si annullano e lo “star bene insieme” diventa elemento caratterizzante di ogni azione intrapresa.

Con la finalità di incrementare sempre più le occasioni di incontro tra i più giovani e soprattutto di vivere la biblioteca come un luogo inclusivo, innovativo e aperto alle loro esigenze, le attività del progetto I feel good in biblioteca spaziano nei diversi campi di espressione (artistica, ludica e digitale) allo scopo di dare la possibilità ai ragazzi di seguire le proprie attitudini e i propri interessi, con particolare attenzione ai soggetti che si trovano in una condizione di disagio, di fragilità o povertà educativa. Le attività saranno svolte negli orari di apertura delle biblioteche e, nel caso specifico della biblioteca Cervetto, consentiranno di prolungare l’orario di accesso alla stessa nei venerdì pomeriggio grazie alla proposta progettuale. L’apporto delle diverse Associazioni partner del progetto sarà indispensabile nel fornire agli adolescenti un percorso di crescita caratterizzato da un uso consapevole delle nuove tecnologie e dei social media e di sensibilizzazione a tematiche quali la violenza e il bullismo. Laboratori artistici, multimediali e di gamification diventeranno così i veicoli di trasmissione di messaggi positivi di tipo relazionale ed esperienziale. Attraverso il coinvolgimento diretto nella gestione e realizzazione delle attività i ragazzi avranno altresì l’opportunità di accrescere il loro bagaglio di competenze e di pensare per obiettivi comuni superando così il cristallizzarsi di difficoltà relazionali.

Il progetto, coordinato dal Sistema Bibliotecario Urbano di Genova, prenderà vita grazie alla partecipazione e l'attivazione di una rete di soggetti

- le tre Biblioteche appartenenti al territorio genovese, selezionate in base alla dislocazione geografica, alle caratteristiche della loro utenza e capacità di intervento a favore delle giovani generazioni:
Biblioteca Internazionale per Ragazzi “E. De Amicis”
Biblioteca “R. Benzi” di Genova-Voltri
Biblioteca “N. Cervetto” di Genova-Rivarolo

- soggetti partner attivi a livello locale nel mondo dell’educazione alla lettura, con iniziative a favore di bambini, adolescenti, disabili:  
Cooperativa A.S.C.U.R.
Mignanego Società Cooperativa Sociale ONLUS
Associazione Insieme per caso ODV
Circolo Ariciragazzi Prometeo
Associazione Culturale Scuola di Robotica

 

Per maggiori informazioni: sistemabibliotecariourbano@comune.genova.it

Info utili

Questo evento è parte di:

Progetti speciali in biblioteca

Scopri di più