Salta al contenuto principale

Messaggio di stato

304+305

Paganini Genova Festival 2023

Paganini Genova Festival 2023
Calendary Dal 27-05-2023 al 04-06-2023
Tutti i volti di un genio.  Torna il Paganini Genova Festival: concerti e dialoghi dal 27 maggio al 4 giugno
Genova  rende omaggio a uno dei suoi figli più illustri con il Paganini Genova Festival, in programma dal 27 maggio, anniversario della scomparsa del grande musicista, fino al 4 giugno: nove giorni di musica, conferenze e occasioni di conoscenza offerti ai genovesi e ai turisti, attraverso l’arte e la cultura. I venti appuntamenti, a ingresso gratuito – a eccezione del concerto inaugurale, in collaborazione con Airc – sono ospitati in spazi della città significativi nella vita del musicista: dall’Oratorio di San Filippo Neri, dove egli diede il primo concerto, alla Sala di Palazzo Tursi, dove è conservato il prezioso “Cannone”, il suo violino prediletto donato alla città. 
 
L’attenzione alla solidarietà, la forte presenza di giovani talenti e lo sguardo internazionale sono le caratteristiche principali della sesta edizione del Paganini Genova Festival. Sulle orme del virtuoso, che per primo organizzò eventi benefici, si è infatti scelto di inaugurare la rassegna con il concerto di In Mo Yang, premio Paganini nel 2015, i cui proventi andranno totalmente ad Airc, l’Associazione italiana per la ricerca sul Cancro. 
 
Il cartellone, ampio ed equilibrato, vuole soddisfare la curiosità di ogni tipo di pubblico: sia quella di chi incontra per la prima volta la figura del geniale violinista, sia quella di chi vuole approfondirne la conoscenza. Oltre ai concerti, che vedono protagonisti giovani interpreti di rilievo internazionale, e alle conferenze, mirate a scoprire aspetti inediti della figura del genio genovese, vengono proposte visite guidate alla scoperta dei luoghi paganiniani, cene al buio e a tema, nonché spettacoli pensati appositamente per i più piccoli, che saranno il pubblico del futuro. L’idea è, infatti, quella di dare vita a un “sistema Paganini”, che raccolga e coordini le diverse iniziative, per costituire un unico cartellone, variegato e adatto a tutti i gusti, dalla forte valenza culturale. 
 
Il Paganini Genova Festival è organizzato dall’Associazione Amici di Paganini, con il sostegno di Regione Liguria, Comune di Genova e Camera di Commercio di Genova. Da quest’anno il Paganini Genova Festival fa parte della European Paganini Route,  una rete di istituzioni il cui obiettivo è rendere sempre più europeo il nome del genio genovese: un ulteriore motivo di orgoglio, per una rassegna già conosciuta in tutto il mondo. 
 
IL PROGRAMMA
La musica: Paganini violinista, chitarrista, mandolinista
Il carattere unico di Paganini è alla base del suo successo internazionale. Decisamente meno nota è la poliedricità del suo talento, al quale il Paganini Genova Festival 2023 dà ampio risalto. Il genio genovese, infatti, non era soltanto un virtuoso del violino, ma anche di altri due strumenti a corde: il mandolino e la chitarra.  L’aspetto violinistico del genio genovese è esaltato dal concerto inaugurale del 27 maggio, a Palazzo Ducale alle 21, a scopo benefico, in collaborazione con Airc (ingresso 20 euro): In Mo Yang, vincitore del Premio Paganini 2015, accompagnato dal pianista Yannick Rafalimanana, propone  un programma originale, che spazia dal primo barocco di Nicola Mateis al tardo romanticismo di Caesar Franck, passando naturalmente per Paganini. Il 31 maggio alle 21, invece, a Palazzo della Meridiana, tocca ad Ava Bahari: la giovane violinista svedese, terza classificata nell’edizione 2021 del Premio Paganini di Genova, accompagnata dall’Orchestra Paganini diretta da Vittorio Marchese, unisce in un unico nodo le note del virtuoso genovese, legandole a quelle di Joseph Haydn e di Béla Bartók. Tutto da scoprire è “A tu per tu con Paganini”, concerto itinerante e interattivo per bambini e adulti, in programma il 28 maggio dalle 16 a Palazzo Ducale: Filippo Taccogna e Filippo Bogdanovic, solisti dell’Orchestra Paganini, condurranno il pubblico per le segrete del palazzo del Doge, dove il genio del violino fu incarcerato. Il pubblico verrà suddiviso in quattro gruppi e, partendo dal teatrino ricavato nella parte alta del Palazzo, verrà guidato da Elisa Moretto per le anguste celle, accompagnato da ascolti violinistici scelti dai partecipanti e dai racconti dei luoghi visitati. Ancora, il 1° giugno alle 21 è  Ruslan Talas, vincitore del primo World Vision Contest di Vienna nel 2022, accompagnato da Clarissa Carafa, a far risuonare l’oratorio rococò di San Filippo, nel cuore della città antica, con le note di Johannes Brahms, Sergei Prokofiev, Jean Sibelius e Maurice Ravel.
Il Paganini chitarrista trova un adeguato omaggio nelle esecuzioni di Rovshan Mamedkuliev: nato in Azerbaijan e cresciuto in Russia, considerato tra i migliori chitarristi del mondo, è protagonista il 30 maggio alle 21 a Palazzo Tursi di un recital che viene affiancate alle note di Paganini quelle di Dionisio Aguado, Augustin Barrios, Stepan Rak. Allo stesso modo, Davide Prina, vincitore del Paganini Guitar Festival International Competition di Parma, tiene  il concerto del 2 giugno alle 21 nell’antica e affascinante chiesa di San Donato, in pieno centro storico, che ancora conserva l’atto di nascita di Paganini. Per lui un programma interamente novecentesco: da Ohana a Turina, da Ginastera a Castelnuovo Tedesco.  Ai tre strumenti insieme – violino, chitarra e mandolino – è dedicato, invece, il concerto della sera del 28 maggio, in programma a Palazzo Tursi alle 21: il violinista Giulio Plotino, il chitarrista Giampaolo Bandini e il mandolinista Carlo Aonzo eseguono, fra gli altri brani, anche le composizioni del virtuoso genovese e gli arrangiamenti degli autori a lui più vicini. L’evento del 3 giugno, alle 18 a Palazzo Tursi, vede invece protagonisti due strumenti storici: i maestri José Scanu e Michele Trenti – quest’ultimo presidente dell’Associazione Amici di Paganini e direttore artistico del Festival – suonano le chitarre Fabricatore appartenute a Giuseppe Mazzini e a Niccolò Paganini. I due strumenti, costruiti dal medesimo liutaio, Gennaro Fabricatore, hanno suoni molto diversi che il pubblico ha così modo di apprezzare, in un programma che spazia dalle note di Matteo Carcassi a quelle di Bellini e Beethoven.  L’evento conclusivo funge da ponte con il futuro: è, infatti, pensato per i più piccoli “La musica vicina a Paganini”, in programma il 4 giugno alle 16 al Museo Diocesano, il concerto dell’orchestra Trillargento, diretta dal maestro Matteo Guerrieri. Si tratta di un viaggio musicale alla scoperta di Paganini e di alcuni dei più importanti musicisti a lui contemporanei.
Le conferenze: parole e immagini
Il Paganini Genova Festival si arricchisce, come da tradizione, di un fitto calendario di conferenze. 
Domenica 28 maggio a Palazzo Tursi alle 17 si possono ascoltare, dalla viva voce di Niccolò Paganini jr., storie e aneddoti dell’illustre famiglia, mentre, lo stesso giorno, sempre a Palazzo Tursi alle 18, Davide Rebuffa ci accompagna in un mondo di “liutai e virtuosi”. Le “fotografie mai scattate” del musicista sono, il 29 maggio, al centro dell’incontro che si tiene alle 17 alla Biblioteca Berio, a cura di Daniele Caviglia, Paolo Gastaldo e Rodolfo Zunino, in collaborazione con Università di Genova e Diten, durante il quale vengono svelate le istantanee del volto del Nostro, realizzate con l’intelligenza artificiale. Il 30 maggio, invece, a Palazzo Tursi alle 17, c'è uno spazio per un essenziale approfondimento, dedicato alle “Potenzialità turistiche del brand Paganini”: Sara Ferro, recentemente laureatasi presso l’Università Iulm con una tesi sullo stesso argomento, illustra, in tandem con Margherita Bozzano, sua relatrice e già assessora al Turismo della Regione Liguria, le enormi potenzialità legate alla valorizzazione di Paganini, inteso come brand. A seguire, alle 18 circa, si tiene anche il conferimento del titolo di membro onorario dell’Associazione Amici di Paganini al maestro ucraino Oleksandr Pushkarenko. Il 31 maggio alle 17 al Circolo Artistico Tunnel Roberto Iovino e Nicole Olivieri (con Roberto Grisley, Mariateresa Dellaborra e Danilo Prefumo, curatori del secondo volume dell’Epistolario Paganini, in corso di stampa per conto dell’Accademia di Santa Cecilia) parlano  di Paganini attraverso le sue lettere.  Ancora, giovedì 1° giugno, alla Prefettura di Genova, doppio appuntamento culturale: alle 17 con Nazzareno Carusi, presidente del Premio Paganini, in dialogo con Michele Trenti, in una conferenza dal titolo “Il Premio Paganini, storia di un’eccellenza”; alle 18.30, invece, si crea un ponte ideale fra le città di Genova e Livorno, nel nome di Paganini, attraverso la conferenza di Massimo Signorini. 
Nel nome della solidarietà
La solidarietà gioca un ruolo importante nel Paganini Genova Festival. Non solo l’evento inaugurale del 27 maggio, ovvero il concerto di In Mo Yan, è organizzato in collaborazione con Airc, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro, ma esiste un’altra importante opportunità. La Cena al buio, in programma il 29 maggio, alle 20 alla Trattoria Baciccia in via del Colle, proprio dove sorgeva la casa natale di Paganini, è organizzata in collaborazione con l’Associazione genitori ragazzi non vedenti, cui andranno anche i proventi raccolti. L’iniziativa intende far comprendere, nei gesti più comuni della vita quotidiana, la difficoltà di una persona che non abbia la facoltà di vedere. 
A tavola e…a spasso per la città
Oltre ad essere un eccellente musicista, Paganini era anche un raffinato gourmand, nonché amante di ogni tipo di piacere. A questo aspetto meno noto della sua personalità sono dedicate le iniziative di Genova Gourmet della Camera di Commercio di Genova. I locali aderenti all’iniziativa presentano, durante le giornate del Festival, un menu ispirato ai brani musicali del genio ligure: così, Capricci e Ghiribizzi si trasformano in altrettante specialità tutte da gustare, magari durante una passeggiata nel centro storico, ispirata proprio ai luoghi paganiniani.  Grazie alla collaborazione con il Comune di Genova, si può infatti partecipare gratuitamente alle visite guidate “La Genova di Paganini”. La città, cui Paganini era molto legato, tanto da lasciarle in eredità il prezioso violino, è tuttora ricca di segni, monumenti, edifici e luoghi legati alla sua vita. Il Paganini Genova Festival offre l’opportunità di conoscerli, o riscoprirli, sotto la guida di esperti. Contrassegnato da piccole targhe o “pietre d’incontro”, il percorso “La Genova di Paganini”, nato nel 2014, comprende dodici tappe: da Palazzo Reale, dove Paganini si esibì davanti al re Carlo Felice, fino al quartiere in cui nacque, la famosa Coellia. La variante “pratica”, da percorrere unicamente a piedi, conduce attraverso otto tappe, illustrate sia sotto l’aspetto urbanistico, storico e architettonico che sotto quello “paganiniano”.  Le visite sono offerte dal Comune di Genova a gruppi di venti persone per volta, ed è necessaria la prenotazione esclusivamente dal sito https://www.visitgenoa.it/visita-la-genova-di-paganini
 
I LUOGHI 
Quasi tutti gli eventi del Paganini Genova Festival 2023 sono ospitati da luoghi significativi per la vita del grande musicista. All’Oratorio di San Filippo Neri, Niccolò Paganini diede il suo primo concerto, all’età di 11 anni, il 26 maggio 1794, mentre nella Chiesa di San Donato è conservato l’atto di battesimo nel musicista. Ancora, nella Sala Paganiniana di Palazzo Tursi, a pochi metri dal Salone di Rappresentanza, in cui si terranno diversi concerti, è esposto il “Cannone”, il famoso violino realizzato da Guarneri del Gesù nel 1743. Completano il quadro due spazi nevralgici: Palazzo Ducale, fulcro della vita culturale cittadina a partire dal XII secolo, e Palazzo della Meridiana, più propriamente detto “Palazzo Grimaldi della Meridiana”, costruito dal banchiere genovese Gerolamo Grimaldi Oliva dal 1541 al 1545. 
Palazzo Ducale
È il punto di riferimento della vita culturale cittadina, forte di un’antica storia, che affonda le sue radici all’indomani della vittoria su Pisa nella battaglia navale della Meloria del 1284. L’ampio Salone del Maggior Consiglio ospiterà, il 27 maggio, il concerto inaugurale del violinista In Mo Yang, a favore di Airc, Associazione Italiana Ricerca sul Cancro, e il concerto itinerante “A tu per tu con Paganini” del 28 maggio. 
Palazzo Tursi e Circolo artistico Tunnel in via Garibaldi
Qui è esposto il famoso violino realizzato da Guarneri del Gesù nel 1743, che Niccolò Paganini predilesse fra tutti gli strumenti che possedeva, chiamandolo affettuosamente «il mio cannone violino» per la pienezza del suono. Oggi è possibile ammirare il «Cannone» con un'immagine il più possibile fedele alle condizioni in cui venne consegnato alla città di Genova nel 1851, secondo una precisa disposizione testamentaria dello stesso Paganini. Il salone di rappresentanza di Palazzo Tursi ospiterà alcune conferenze e tre importanti concerti: quelli di Plotino-Bandini-Aonzo, il 28 maggio, di Rovshan Mamedkuliev, il 30 maggio, e quello di José Scanu e Michele Trenti, il 3 giugno. A Tursi anche, sempre il 30 maggio, il conferimento al violinista Oleksander Pushkarenko del titolo di membro onorario di Amici di Paganini. Poco distante, in via Garibaldi 6, si trova il Circolo artistico Tunnel che ospita la presentazione del secondo volume dell’Epistolario di Niccolò Paganini, in collaborazione con l’Accademia di Santa Cecilia.
Biblioteca Berio, Sala Chierici
La biblioteca più importante di Genova si trova nella sede restaurata dell’antico Seminario dei Chierici, al centro della città. Ed è  proprio la sala dei Chierici a ospitare uno degli approfondimenti del Paganini Genova Festival: quello del 29 maggio dedicato alle “Fotografie mai scattate” di Niccolò Paganini, in collaborazione con la facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova.
Via del Colle (Trattoria Baciccia)
Proprio dove si trova oggi la Trattoria Baciccia, in via del Colle, sorgeva la casa natale di Niccolò Paganini. Il locale ospita la “Cena al buio” del 29 maggio, a beneficio dell’Associazione genitori e ragazzi non vedenti.
Palazzo della Meridiana
Più propriamente detto “Palazzo Grimaldi della Meridiana”, fu costruito dal banchiere genovese Gerolamo Grimaldi Oliva dal 1541 al 1545. Le sue lussuose sale, che presentano interventi dei grandi architetti del Novecento, come Coppedè e Mackenzie, ospitano mostre ed eventi in tutto l’arco dell’anno. Ospita il concerto di Ava Bahari, il 31 maggio. 
Prefettura di Genova
Palazzo Doria Spinola, sede della Prefettura, figura nel sistema dei Rolli e fu costruito nella prima metà del XVI secolo. È sede delle due conferenze del 1° giugno: “Il Premio Paganini, storia di un’eccellenza” e “Paganini a Livorno”. 
L’Oratorio di San Filippo
Fu  qui, in via Lomellini, che Paganini diede il suo primo concerto, all’età di 11 anni, il 26 maggio 1794. Assieme all’adiacente chiesa di San Filippo Neri, è uno scrigno del barocco genovese e contiene, fra decorazioni marmoree e stucchi, una statua dell’Immacolata, opera dello scultore francese Pierre Puget. L’Oratorio ospita il concerto del 1° giugno, con Ruslan Talas e Clarissa Carafa. 
Chiesa di San Donato
L’atto che certifica l’avvenuto sacramento è conservato nella chiesa di San Donato, nel cuore del centro storico genovese. Nato il 27 ottobre 1782 in Via delle Fosse del Colle n.1359 (poi Passo di Gattamora 58) da Antonio e Teresa Bocciardo, il piccolo Niccolò era stato battezzato il giorno successivo nella Chiesa di San Salvatore in Piazza Sarzano, oggi Aula Magna della Facoltà di Architettura. La chiesa di San Donato ospita il concerto del 2 giugno con il chitarrista Davide Prina. 
Museo Diocesano di Genova
Incastonato tra Palazzo Ducale e la Cattedrale di San Lorenzo, il Museo Diocesano ospita il concerto conclusivo di domenica 4 giugno, pensato per i più piccoli, con l’Orchestra Trillargento diretta dal maestro Matteo Guerrieri. 
 
LE COLLABORAZIONI
Il Paganini Genova Festival vanta, per la sua sesta edizione, alcune importanti collaborazioni cittadine, nazionali e internazionali: quelle con il Concorso Internazionale di Violino Premio Paganini, con il Paganini Guitar Festival International Competition di Parma, diretto da Giampaolo Bandini, con il dipartimento di Ingegneria navale, elettrica, elettronica e delle telecomunicazioni dell’Università di Genova, con la direzione Musei del Comune di Genova, con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, con il Museo del Risorgimento, con Palazzo della Meridiana e con il Museo Diocesano di Genova, nonché con Genova Gourmet della Camera di Commercio di Genova.
Gli Amici di Paganini ringraziano, inoltre, la maison Luisa Spagnoli, Dynamic, i Civ Luccoli e Sarzano, Adeste, nonché i partner tecnici - Cooperativa Solidarietà e Lavoro e Sagep - per il supporto e la collaborazione. 
 
ACCESSIBILITÀ E ACCREDITI
Tutti gli eventi, tranne il concerto inaugurale (biglietto unico 20 euro, a favore di Airc, Associazione italiana ricerca sul cancro) sono a ingresso gratuito e di libero accesso, fino a esaurimento posti. È sempre consigliata la prenotazioni dal sito Internet www.paganinigenovafestival.it con apposito link. 
 
IL CALENDARIO
Niccolò Paganini Genio, passione, perfezione
Sabato 27 maggio
Ore 21, Palazzo Ducale, Salone del Maggior Consiglio. In Mo Yang, violino (Premio Paganini 2015) e Yannik Rafalimanana, pianoforte. Concerto a favore di AIRC - Associazione Italiana Ricerca sul Cancro
 
Domenica 28 maggio
Ore 16, Palazzo Ducale, “A tu per tu con Paganini”. Concerto itinerante, con i solisti dell'Orchestra Paganini
Ore 17, Palazzo Tursi “Paganini, eredità di un genio”.  Conferenza di Niccolò Paganini jr.
Ore 18, Palazzo Tursi “II mandolino barocco a Genova: liutai e virtuosi tra Seicento e Settecento”. Conferenza di Davide Rebuffa
Ore 21, Palazzo Tursi Giulio Plotino (violino), Giampaolo Bandini (chitarra), Carlo Aonzo (mandolino). In collaborazione con Paganini Guitar Festival di Parma
 
Lunedi 29 maggio
Ore 15, da via Garibaldi, Visite guidate "La Genova di Paganini®” 
Ore 17, Biblioteca Berio, Paganini: le fotografie mai scattate”. In collaborazione con l'Università di Genova, facoltà di Ingegneria, a cura di D. Caviglia, P. Gastaldo e R. Zunino e DITEN.
Ore 20, Trattoria Baciccia (via del Colle), “Cena al buio”, evento benefico a favore dell’Associazione genitori ragazzi non vedenti
 
Martedì 30 maggio
Ore 17, Palazzo Tursi, “Potenzialità turistiche del brand Paganini”. Conferenza di Sara Ferro e Margherita Bozzano
Ore 18, Palazzo Tursi, Conferimento del titolo di membro onorario “Amici di Paganini” a Oleksandr Pushkarenko con esecuzioni paganiniane
Ore 21, Palazzo Tursi. Rovshan Mamedkuliev, chitarra
 
Mercoledì 31 maggio
Ore 17, Circolo Artistico Tunnel,  “L’epistolario di Paganini” con Roberto lovino e Nicole Olivieri: presentazione del secondo volume, in pubblicazione per Accademia di Santa Cecilia
 
Ore 21, Palazzo della Meridiana, Ava Bahari (violino), Orchestra Paganini (Vittorio Marchese, direttore). In collaborazione con Palazzo della Meridiana e con Luisa Spagnoli
 
Giovedì 1° giugno
Ore 17, Prefettura di Genova,  “II Premio Paganini, storia di un’eccellenza” . Nazzareno Carusi in dialogo con Michele Trenti. In collaborazione con il Premio Paganini
Ore 18.30, Prefettura di Genova, “Paganini a Livorno”. Conferenza di Massimo Signorini
Ore 21, Oratorio San Filippo, Ruslan Talas (violino) e Clarissa Carafa (pianoforte)
 
Venerdì 2 giugno
Ore 21, Chiesa di San Donato, Davide Prina, chitarra - vincitore International Guitar Competition Paganini di Parma 2022. In collaborazione con Paganini Guitar Festival di Parma
 
Sabato 3 giugno
Ore 15, da via Garibaldi, Visite guidate “La Genova di Paganini”
Ore 18, Palazzo Tursi “Le chitarre Fabricatore di Mazzini e di Paganini”, presentazione e concerto J. Scanu, chitarra G. Fabricatore 1821 appartenuta a G. Mazzini, M. Trenti, chitarra G. Fabricatore 1826 appartenuta a N. Paganini
 
Domenica 4 giugno
Ore 16, Museo Diocesano, Orchestra “Trillargento”, direttore Matteo Guerrieri
 

Info utili

Potrebbe interessarti anche...

Mondiali di Coastal Rowing

Mondiali di Coastal Rowing

Data di svolgimento: 06 Set 24 - 08 Set 24

Scopri di più

Tappa World Cup Orienteering

Tappa World Cup Orienteering

Data di svolgimento: 31 Mag 24 - 02 Giu 24

Scopri di più

Festa dello Sport 2024

Festa dello Sport 2024

Data di svolgimento: 24 Mag 24 - 26 Mag 24

Scopri di più

Campionato Italiano Cadetti

Campionato Italiano Cadetti

Data di svolgimento: 24 Mag 24 - 26 Mag 24

Scopri di più

Genova BeDesign Week 2024

Genova BeDesign Week 2024

Data di svolgimento: 22 Mag 24 - 26 Mag 24

Scopri di più