Salta al contenuto principale

Messaggio di stato

304+343+305

Classico&Rock. Le due anime del Violino

Calendary Il 14-10-2023

Sabato 14 ottobre 2023 alle ore 17:30 nel Cortile di Palazzo Doria Tursi, via Garibaldi al civico 9, concerto Classico&Rock. Le due anime del violino” con QBros Massimo e Alessandro Quarta, i due grandi violinisti salentini, uniti dal sangue e dal talento ma divisi dai diversi percorsi stilistici intrapresi.
Massimo Quarta, il maggiore dei fratelli, gode di una fama mondiale consolidata sia come eccellente strumentista che come bacchetta tra le più prestigiose. Nel 1991 ha vinto il Primo Premio al Concorso Internazionale “Paganini”, secondo italiano dopo la storica vittoria di Salvatore Accardo nel 1958.
Alessandro, violinista e polistrumentista acclamato come una star del rock, animato da una personalità estroversa insofferente ai confini stilistici, collabora indifferentemente con i Berliner Philharmoniker e Carlos Santana, Roberto Bolle e Dionne Warwick. 
A cura della Direzione Grandi Eventi del Comune di Genova nell’ambito dell’evento “Rolli Days”.

Ingresso libero sino a esaurimento posti.

Il programma

Massimo Quarta – violino
Alessandro Marangoni – pianoforte
Schubert: Sonata per violino e pianoforte n° 1 in re maggiore D.384
Tchaikovsky: Serenade Melancolique op. 26
Tchaikovsky: Valse-Scherzo in do maggiore op. 34
Paganini: Variazioni sul tema “Di tanti Palpiti” di G. Rossini

Alessandro Quarta – violino
Giuseppe Magagnino – pianoforte
Magagnino: Nelle tue mani
Piazzolla: Oblivion
Corea: Got a match
Bizet: Habanera
Corea: Spain
Fracanapa
Quarta: Etere
Piazzolla: Libertango

Le biografie

Massimo Quarta

Vincitore del Primo Premio al Concorso Nazionale di Violino “Città di Vittorio Veneto” (1986) e del Primo Premio al Concorso di Violino “Opera Prima Philips” (1989), nel 1991 Massimo Quarta ha vinto il Primo Premio al prestigioso Concorso Internazionale di Violino “N. Paganini” di Genova.

La sua intensa attività concertistica lo porta ad esibirsi per le più prestigiose istituzioni concertistiche, suonando con direttori quali Yuri Temirkanov, Myun Wun Chung, Christian Thielemann, Daniele Gatti, Daniel Harding, Vladimir Yurowsky, John Axelrod, Janjo Mena, Sir Peter Maxwell Davies, Aldo Ceccato, Vladimir Spivakov, Isaac Karabtvchevsky, Daniel Oren.

Considerato uno dei piú importanti violinisti della sua generazione, è stato ospite di alcuni tra i maggiori festivals come Stresa, Napoli, Città di Castello, Kuhmo, Bodensee, Kfar Blum, Berliner Festwochen, Sarasota, Ravenna, Lione, Potsdam, Spoleto, Ljubjana e, invitato da Gidon Kremer, il Lockenhaus “Kammermusikfest”.

Nato nel 1965, Quarta ha iniziato lo studio del violino a undici anni presso il Conservatorio T. Schipa di Lecce, proseguendo poi i suoi studi con Beatrice Antonioni al Conservatorio S. Cecilia di Roma. Si è successivamente perfezionato con Salvatore Accardo, Ruggero Ricci, Pavel Vernikov e Abram Shtern.

Alla intensa attività solistica, ha affiancato da piu di venticinque anni quella di direttore d’orchestra, dirigendo orchestre quali la Royal Philharmonic Orchestra, l’Orchestra Filarmonica di Malaga, i Berliner Symphoniker, la Netherland Symphony Orchestra, la Shenzhen Symphony Orchestra, l’Orchestra della Svizzera Italiana (OSI), l’Orchestra Sinfonica di Sønderborg ( Danimarca), l’Orchestra Sinfonica Nazionale di Buenos Aires, l’Orchestra del Teatro “Carlo Felice” di Genova, I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Filarmonica e la Sinfonica “A. Toscanini”, l’Orchestra Haydn di Bolzano.

Ha debuttato al Musikverein di Vienna come solista e direttore con la Philharmonia Wien, al Concertgebouw di Amsterdam dirigendo la Netherland Symphony Orchestra e ha registrato sempre come direttore con la Royal Philharmonic Orchestra i Concerti di Mozart per due e tre pianoforti.

Ha ricoperto la carica di Solista e Direttore Principale dell’Orchestra dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese ed è stato Direttore Artistico Musicale dell’Orchestra della Fondazione I.C.O. “Tito Schipa” di Lecce. Dal 2017 al 2020 é stato Direttore Musicale dell’Orchestra Filarmonica de la UNAM (OFUNAM) di Città del Messico.

A Massimo Quarta sono stati conferiti il Premio Internazionale “Foyer Des Artistes” ed il “Premio Internazionale Gino Tani per le Arti dello Spettacolo”. Ha inciso per la Philips, per la Delos le “Quattro Stagioni” di A. Vivaldi con l’Orchestra da Camera di Mosca, i 24 Capricci di Paganini per la casa inglese Chandos, per la Dynamic un CD con musiche di N. Paganini, e, sempre di Paganini, l’integrale dei 6 Concerti per violino ed orchestra in versione autografa come violinista e direttore, integrale considerato “vera e propria pietra miliare per tutti gli appassionati del violino” (Il Giornale della Musica). Sempre per la Dynamic, nella veste di solista e direttore con l’Orchestra “Haydn” di Bolzano, sono stati pubblicati i Concerti n° 4 e 5 di H. Vieuxtemps.

L’aspetto rivoluzionario dato alla rilettura del repertorio Paganiniano ha conquistato il pubblico ed ha ottenuto ampi consensi dalla stampa internazionale ( Premio CHOC di “Le Monde de la Musique”), assegnandogli un posto d’onore tra i più insigni violinisti (The Strad) e definendolo ” la personificazione dell’eleganza ” (American Record Guide).

Massimo Quarta è Accademico di Santa Cecilia ed insegna al Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano (Musikhochschule).

Alessandro Quarta

Acclamato dalla CNN nel 2013 come “Musical Genius”. Premiato nel 2017 a Montecitorio come “Miglior Eccellenza Italiana nel Mondo” per la Musica. Successo Strepitoso per il brano “Dorian Gray” composto, arrangiato ed eseguito live in Prima Mondiale con “Roberto Bolle” in Arena di Verona, Caracalla a Roma, del Teatro Carlo Felice di Genova, del Pala De André a Ravenna e P.zza S.ma Annunziata a Firenze e “Danza con me” in onda su RAIUno.

Ospite Internazionale a “Sanremo ” 2019 nella sera dei Duetti invitato dai tre ragazzi de “Il Volo” con il brano “Musica che Resta”.
Ospite Internazionale nella “Notte della Taranta” ( in diretta su RAI 2 ) con un pubblico live di 220.000 spettatori interpretando 4 brani, uno dei quali una propria composizione dedicata alla sua terra. Indimenticabile la sua superba apertura del Concerto del Primo Maggio a Roma in diretta Rai nel 2015 per violino solo.

Violinista, Polistrumentista e Compositore (ha partecipato a scritture di musicche inedite per film della Walt Disney e Rai Cinema), Alessandro è cresciuto musicalmente con i più grandi direttori del mondo come L. Maazel, E. Inbal, C. Dutoit, M. Rostropovich, M.W. Chung, G. Pretre, Z. Metha, ricoprendo per loro ruoli come Violino di Spalla, suonando nelle più prestigiose sale del mondo nel corso di grandi tournèe in Europa, America, Cina, Giappone, Medio Oriente.

Ha suonato come Violino di Spalla, Solista, Jazz e Arrangiatore con artisti come: Carlos Santana, Laura Pausini, Lucio Dalla, Mark Knopfler, Eros Ramazzotti, Antonello Venditti, Boy George, Dionne Warwick, Henri Salvador,Fiorella Mannoia, Francesco De Gregori, Adriano Celentano, Shakira, Riccardo Cocciante, Lionel Richie, Celine Dion, Gianni Morandi, Liza Minnelli, Renato Zero, Andrea Bocelli, Gianna Nannini, Zucchero, Joe Cocker, Tiziano Ferro, Lenny Kravitz, Jovanotti, Amy Stewart, Robbie Williams.

Ha effettuato tournèe come spalla in Europa, America, Cina, Giappone, Medio Oriente suonando nelle più prestigiose sale del mondo: “Parco della Musica” di Roma, “Lingotto” di Torino, “Tonhalle” di Zurigo, “Kongresshaus” di Lucerna, “Opera Garnier” di Parigi, “Auditori” di Barcellona, Teatro Nazionale di Madrid, Teatro Nazionale di Varsavia, “Suntory Hall” di Tokyo, “Festival Hall” di Osaka, “Henry Crown Symphony Hall” di Gerusalemme, “Kennedy Center” di Washington, “Poly Theater” di Pechino, “Sala delle Colonne” e Sala Tchaikowskij di Mosca, Teatro “Colon” di Buenos Aires, Chicago Symphony Hall, Boston Symphony Hall, “Lincoln Center” di New York (in un concerto in cui la Symphonica Toscanini e la New York Philharmonic hanno suonato congiunte in memoria del M° Arturo Toscanini sotto la direzione del M° L. Maazel), “Opera National de Paris” di Parigi, “Teatro Bol’šoj” di Mosca.

Collabora come Violinista, Compositore, Polistrumentista e Arrangiatore in progetti internazionali insieme a Roberto Bolle, Solisti dei Berliner Philharmoniker, Solisti Orchestra Nazionale della Rai di Torino, Quartetto del Teatro alla Scala, Solisti Orchestra Accademia Santa Cecilia, Dee Dee Bridgewater, Mike Stern, il Volo, James Taylor, Amii Stewart, Toquinho, e con molti altri Artisti Internazionali.

Dopo il successo dei suoi primi due album “One More Time” (2010) e soprattutto quello autobiografico “Charlot” (2014) , nel 2019 presenta il suo tributo ad Astor Piazzolla: “Alessandro Quarta plays Astor Piazzolla”. Un Album già candidato Grammy. Nel 2022 l’album dedicato alle quattro stagioni di Vivaldi e Piazzolla, con i nuovi arrangiamenti dello stesso Alessandro Quarta.

Alessandro suona un Alessandro Gagliano, violino rarissimo del 1723 “ex Principe della famiglia Clelia Biondi”, un Giovanni Battista Guadagnini, gioiello del 1761, e due violini di Ezia Di Labio dipinti dal celebre scenografo Emanuele Luzzati e dallo scrittore Pino Cacucci.

Alessandro Marangoni

Nato nel 1979, si è diplomato in pianoforte col massimo dei voti, lode e menzione con Marco Vincenzi presso il Conservatorio di Alessandria. In seguito si è perfezionato con Maria Tipo e Pietro De Maria alla Scuola di Musica di Fiesole. Contemporaneamente si è laureato in Filosofia presso l’Università di Pavia (con una tesi sulla filosofia della musica di Fernando Liuzzi), alunno di merito dell’Almo Collegio Borromeo. Ha debuttato nel dicembre 2007 con un recital al Teatro alla Scala di Milano, in un omaggio a Victor de Sabata nel 40° anniversario della morte, insieme a Daniel Barenboim.

Di recente ha suonato all’Accademia di Santa Cecilia a Roma (Parco della Musica), all’Accademia della Crusca di Firenze, il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Verdi di Trieste, alla Cappella Paolina del Quirinale in Roma, per il Rossini Opera Festival di Pesaro, il Festival MITO, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Associazione Musicale Lucchese, la Sagra Musicale Umbra, l’Estate Musicale a Portogruaro, il Teatro Dal Verme di Milano, l’Aula Magna dell’Università “La Sapienza” di Roma, il St. John’s College di Cambridge e in Gran Bretagna, Svizzera, Germania, Austria, Francia, Svezia, Finlandia, Argentina, Cile, Colombia, Cina e Stati Uniti con notevole successo di pubblico e di critica.

Ha inoltre eseguito alcuni concerti di Mozart in tournèe con la Amadeus Kammerorchester del Mozarteum di Salisburgo e l’Orchestra I Filarmonici Europei. Ha debuttato con successo in Spagna con l’Orchestra Filarmonica di Malaga e a Bratislava con l’Orchestra Filarmonica Slovacca, sotto la grande bacchetta di Aldo Ceccato; ha inoltre debuttato come direttore e solista con l’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” al Teatro Dal Verme di Milano, registrando per importanti emittenti come RAI, BBC e Radio Nacional de Espana. Ha istaurato un sodalizio artistico con l’attrice Valentina Cortese con la quale ha tenuto recentemente a Milano uno spettacolo con la regia di Filippo Crivelli e ha inaugurato il Teatro Massimo di Cagliari.Con Quirino Principe ha fondato il duo “Alessandro Quirini e Quirino Alessandri”, ideando spettacoli monografici su Rossini, Chopin e altri grandi autori.

È il primo musicista italiano ad esibirsi anche nel mondo virtuale di Second Life, eseguendo più di cento concerti con grande successo di pubblico. Con l’Ensemble Nuovo Contrappunto ha eseguito in prima italiana il Concerto n. 4 di Beethoven nella versione cameristica dello stesso autore.Per la prima volta nella discografia, Marangoni ha inciso l’integrale completa dei Peccati di vecchiaia di Rossini, riscoprendo 21 inediti. Ha inoltre inciso l’integrale del Gradus ad parnassum di Clementi, dei Concerti per pianoforte e orchestra di Castelnuovo-Tedesco con la Malmö Symphony Orchestra (col quale ha ottenuto la nomination agli ICMA) e della Via Crucis di Liszt (con Ars Cantica Choir, dir. Marco Berrini), tutti per la Naxos. Alessandro Marangoni ha riscoperto la produzione pianistica di Victor de Sabata, che ha registrato per La Bottega Discantica.

È il pianista del Ensemble Nuove Musiche col quale ha inaugurato l’anno Verdiano a Busseto nel 2013. Ha inoltre instaurato una collaborazione con il jazzista e compositore Sandro Cerino, col quale ha registrato il disco (s)Confini per Egea. Con il Trio Albatros ha inciso un disco dedicato a Nino Rota e uno a Bohuslav Martinu per Stradivarius. Ha vinto il prestigioso Premio Internazionale “Amici di Milano” per la Musica. Apprezzato docente, tiene regolarmente masterclasses in Europa, Sud America e Cina. Insieme al regista Pierpaolo Venier è ideatore del Chromoconcerto® ed è direttore artistico di Forte? Fortissimo! TV, il nuovo Music Web Channel creato insieme a Stefano Sgarella, una innovativa webtv impegnata nel divulgare la “Musica Forte” e la campagna “La musica contro il lavoro minorile” ideata da Claudio Abbado con l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ONU).

Giuseppe Magagnino

Pianista e compositore dalle splendide caratteristiche inequivocabili, ha già solcato palchi Internazionali come L’Arena di Verona, Parco della Musica di Roma, Festival Padova Show, Comunale di Bologna. Musicista dalle immense qualità interpretative e improvvisative. I suoi concerti sono ricchi di riletture delle partiture dei grandi autori di musica classica alle splendide composizioni inedite. I tratti di personalità di Giuseppe Magagnino trasportano l’ascoltatore in un viaggio emozionale e filmografico.

Amii Stewart afferma: “My Inner Child è l’album di esordio come solista del pianista compositore Giuseppe Magagnino. Con esso Giuseppe ha creato un’atmosfera capace di portarmi in un luogo nel quale ogni musicista sogna di andare quando ascolta musica. Il luogo dove ci si dimentica del tempo e dello spazio”.
Luigi Onori: “Profondità melodica, improvvisazione tematica, sapienza armonica, varietà ritmica contribuiscono ad un album che esprime qualità, ricerca interiore, personalità e coralità”.
Alessandro Quarta: “Con quest’album Giuseppe Magagnino entra di diritto tra i grandi nomi Internazionali del Jazz Contemporaneo, perché non copia nessun altro artista, se non se stesso”.

Info utili

Potrebbe interessarti anche...

Euroflora 2025

Euroflora 2025

Data di svolgimento: 24 Apr 25 - 04 Mag 25

Scopri di più

Red Bull Cerro Abajo

Red Bull Cerro Abajo

Data di svolgimento: 18 Ott 24 - 20 Ott 24

Scopri di più

Stagione artistica 2024-2025 del Teatro Carlo Felice

Stagione artistica 2024-2025 del Teatro Carlo Felice

Data di svolgimento: 12 Ott 24 - 19 Giu 25

Scopri di più

69ma Regata delle Antiche Repubbliche Marinare

69ma Regata delle Antiche Repubbliche Marinare

Data di svolgimento: 12 Ott 24

Scopri di più

Salone Nautico Genova 2024

Salone Nautico Genova 2024

Data di svolgimento: 19 Set 24 - 24 Set 24

Scopri di più