Villa Brignole Sale Duchessa di Galliera

Immagina una villa, con le pareti del colore del cielo, immersa in uno splendido giardino dove puoi trascorrere ore in completo relax e con il mare che scintilla, laggiù, sullo sfondo. Sembra un sogno, vero? Invece, è la bellissima realtà di villa Brignole Sale Duchessa di Galliera, che domina la collina di Voltri, nella parte più occidentale del territorio di Genova.

A sormontare la facciata principale, un imponente stemma: quello della famiglia dei marchesi Brignole Sale, che alla fine del ‘600 fecero edificare la splendida residenza che, nel tempo, ha ospitato diversi personaggi illustri della nobiltà genovese e non solo, incluse teste coronate: da Maria Cristina di Savoia a Ferdinando II di Borbone, passando per re Carlo Alberto, la regina Maria Teresa d’Asburgo e gli imperatori Francesco Giuseppe d’Austria e Guglielmo II di Germania.

All’interno della pittoresca dimora, puoi ammirare un piccolo gioiello: il teatro storico, il primo teatro privato in Liguria e uno dei più antichi in Italia, realizzato per allietare gli ospiti che frequentavano la villa e ancora oggi sede di spettacoli.

Ora, però, è arrivato il momento di immergerti nella parte più fiabesca della villa: il suo magnifico giardino all’italiana. Cammina lungo i vialetti e goditi la bellezza delle rose profumate (una qualità si chiama proprio “Duchessa di Galliera”), delle magnolie, degli iris acquatici che impreziosiscono la fontana centrale. E se ami gli animali e il trekking, non puoi perdere la vera attrazione del parco: il recinto dei daini e quello delle simpatiche caprette tibetane, l’area prediletta da bambini e famiglie anche per l’enorme prato in cui fermarsi a giocare o, semplicemente, riposarsi in tranquillità. Ai recinti si arriva dopo aver percorso la “Valletta del Leone”: un percorso ispirato alla Divina Commedia di Dante Alighieri, recentemente oggetto di restauri, inizialmente composto da scenografie in grado di emozionare il visitatore tra rovine, marmi (tra cui il Leone) e il grande arco che segnava, idealmente, la Porta dell’Inferno. Per purificarsi, il visitatore doveva affrontare simbolicamente la salita, risalendo il ruscello, fino al soprastante Santuario delle Grazie.

Se, invece, all’ordine rigoroso del giardino all’italiana preferisci la natura più incontaminata, non puoi perdere la passeggiata nel bosco romantico all’inglese alle spalle della villa. Finito? Assolutamente no: impossibile concludere la visita senza una puntatina al Belvedere, con la Coffee House, il castello, i laghetti artificiali e le cascatelle che ti daranno l’impressione di essere un vero lord o una vera lady del XIX secolo.

E se la storia è la tua passione, ti sveliamo un segreto: all’interno del parco troverai anche bunker e un reticolo di cunicoli sotterranei, realizzati durante la Seconda Guerra Mondiale. Un particolare in più che arricchisce ulteriormente la Villa e il suo parco, rendendoli davvero unici e meta imprescindibile durante il soggiorno a Genova!




 

Info utili

Tel: +39 3477276837
in autobus: fermata Camozzini 1/ Gaggero in treno: stazione di Genova Voltri
Solo una parte della struttura risulta accessibile e visitabileAmmessi animali domesticiGenova per i bambini