Porta Siberia

Edificio massiccio risalente al 1551-53, opera di Galeazzo Alessi, faceva parte delle mura cinquecentesche. Il nome deriva da “cibaria”, poiché attraverso questo varco transitavano le derrate alimentari che giungevano via mare e quelle in partenza destinate ad altri porti del Mediterraneo.
Utilizzata in passato come area doganale, dopo la ristrutturazione del Porto Antico e fino al 2019 ha ospitato un museo dedicato al pittore e scenografo Emanuele Luzzati.
Dall'ottobre 2019  è sede di "Spazio Ponte", un punto informativo dedicato ai genovesi e ai turisti per conoscere e seguire l’andamento dei lavori di costruzione del nuovo viadotto sul Polcevera.
 

Per informazioni su tariffe ed orari, si rimanda al sito della struttura.

 

 

Info utili