L'arte inedita dei Musei di Strada Nuova rivive grazie ai mecenati di ieri e di oggi
Arte.it
Italia
Un fil rouge che corre lungo la cinquecentesca Strada Nuova, attualmente via Garibaldi, unisce la pittura fiamminga, la scuola piemontese e lombarda ai maestri genovesi di epoca barocca. E forse non è un caso che proprio di questa strada, Patrimonio Unesco - dove oggi sorgono tre importanti istituzioni museali della città - Rubens abbia studiato i palazzi, realizzando disegni che avrebbero contribuito alla diffusione dello stile rinascimentale nel Nord Europa.
 
Ha come titolo Mecenati di ieri e di oggi. Restauri e restituzioni nei Musei di Strada Nuova, l’itinerario espositivo che dal 6 dicembre al 6 maggio 2018 presenterà ai visitatori di Palazzo Bianco - una delle tre dimore storiche che ospitano i Musei di Strada Nuova - dipinti inediti, restaurati di recente grazie a contributi di privati e alla collaborazione di importanti istituzioni museali nazionali e internazionali.
 

L'arte inedita dei Musei di Strada Nuova rivive grazie ai mecenati di ieri e di oggi

04.12.2017