• Festival della Scienza 2018

  • Il tempo dei presepi 2018/2019

  • Genova Città dei Festival

  • TEATRO | DICEMBRE "XVIII Circumnavigando Festival"

  • Paganini Rockstar

  • I macchiaioli

  • Da Monet a Bacon - Capolavori della Johannesburg Art Gallery

  • Fulvio Roiter. Fotografie 1948-2007

  • STENGEL. Existence is Resistance. E l’arte che resta

  • Monster Festival

  • Teresa Maresca. Immersioni e Nature

  • Abai al Teatro Carlo Felice

  • Palio di Genova

INCONTRI E RASSEGNE

Io SHUAR guardiano dell'Amazzonia

Dal 10.08.2018 (Tutto il giorno) al 30.12.2018 (Tutto il giorno)
Castello D'Albertis
Condividi questa pagina
Condividi

Progetto a favore della comunità Shuar, per la tutela della foresta dell’Amazzonia ecuadoriana

In occasione della Giornata Internazionale dei Popoli Indigeni, nata per celebrare la meravigliosa diversità del nostro pianeta e per sensibilizzare l’opinione pubblica in favore dei diritti delle popolazioni indigene, Castello D’Albertis lancia un’iniziativa a favore della comunità Shuar, per la tutela della foresta dell’Amazzonia ecuadoriana.  
Intorno alla mostra “Witjai il gene verde della razza umana” (prorogata al 21 settembre 2018), è nata la collaborazione tra il Castello D’Albertis Museo delle Culture del Mondo  di Genova e Gianluca Balocco per la campagna fondi "Io Shuar" a favore della comunità Shuar di Sapap Naint nell’Amazzonia ecuadoriana.
Di recente, la comunità Shuar ha vinto una causa per la conservazione dei propri territori. Con la somma che saremo in grado di raggiungere potremo aiutarli a raccogliere i fondi per coprire le spese dell’avvocato, affinché proceda alla difesa del territorio dalla distruzione della terra per motivi economici.
Le popolazioni indigene sono l’unico baluardo e controllo al disastro ambientale che si rinnova da oltre due secoli in Amazzonia, solo loro possono proteggere questo bene comune. Come dice Suamar Juan Utitas Untsui capo Shuar di Sapap Naint: «Noi non permettiamo a coloro che vogliono sfruttare la terra per ottenere petrolio, miniere d’oro e altro, di distruggere il nostro patrimonio, perché questo luogo ci appartiene, ci ha generati e ha generato l’umanità. Noi che viviamo qui dalle origini abbiamo il compito morale di difendere il nostro patrimonio. Il nostro popolo si sente unito all’Ecuador e al mondo e vuole essere una civiltà etica che basa le proprie ispirazioni sull’idea dell’unione e della condivisione. La società Shuar educa e fa crescere i propri giovani e membri nel rispetto dell’evoluzione urbana circostante, ma soprattutto nel capire che facciamo parte di un tutto in cui è fondamentale rispettare e mantenere la foresta per il bene di tutta l’umanità. Ci sentiamo orgogliosi di aver conservato per secoli la foresta per il nostro paese e per tutte le persone che sapranno capire questo valore. È sempre più urgente per il nostro popolo avere il controllo di queste riserve vergini perché solo noi le conosciamo veramente e possiamo proteggerle».
È possibile aiutare la comunità Shuar di Sapap Naint acquistando uno o più oggetti di seguito elencati, con la grafica esclusiva realizzata dall’artista Gianluca Balocco qui allegata: una T-Shirt (€ 10), una shopper-bag in tela di juta (€ 8) e una tazza (€ 8). I gadget saranno già disponibili da venerdì 10 agosto presso il bookshop di Castello D’Albertis fino a fine dicembre.

Della campagna “Io Shuar” fanno parte anche i due eventi nel mese di settembre, che si terranno presso Castello D’Albertis:

- Giovedì 6 settembre, ore 18 avverrà un incontro con l’artista Gianluca Balocco e lo scrittore della testata ‘Il Fatto Quotidiano’ Fabio Balocco, per discutere i punti chiave del libro ‘Verde Clandestino’.

Difendere il patrimonio verde è un dovere anche a casa nostra! Fabio Balocco scrittore e blogger per il "Fatto Quotidiano" dialoga con Gianluca Balocco sui temi chiave del suo libro "Verde Clandestino" per riflettere sull’importanza della flora urbana dalle ‘erbacce’ ai boschi della città. Lo scopo dell’opera è quello di spronare il lettore a trasformarsi da passante ad osservatore, con una riflessione profonda sulla relazione fra natura e l’uomo.

- Venerdì 21 settembre, per tutta la giornata, ci sarà una straordinaria opportunità di farsi ritrarre sul set fotografico ‘Io Shuar’ con oggetti Shuar della collezione museale e ricevere la propria immagine formato 30x40 per concessione dell’artista (offerta libera a partire da € 50).  
A causa di posti limitati è necessario prenotarsi allo 010 2723820.

Il progetto “Io Shuar” ha visto il contributo organizzativo di: ‘Lameladivetro’ (LMdiV), ‘Movimento Cristiano Lavoratori’ (MCL) e ‘Ente Nazionale Tempo Libero’ (ENTeL) ed il supporto comunicativo del Comune di Genova e della Cooperativa Solidarietà e Lavoro scs-onlus.

INFO:
- Castello D'Albertis
tel. 0102723820 - e -mail biglietteriadalbertis@comune.genova.it
https://www.facebook.com/events/270068860461602/
 


TI POTREBBERO INTERESSARE...
INCONTRI E RASSEGNE
Dal 07.12.2018 (Tutto il giorno) al 09.12.2018 (Tutto il giorno)
GRANDI EVENTI
Dal 01.12.2018 (Tutto il giorno) al 31.01.2019 (Tutto il giorno)
GRANDI EVENTI
Dal 10.11.2018 (Tutto il giorno) al 18.11.2018 (Tutto il giorno)
GRANDI EVENTI
Dal 08.11.2018 (Tutto il giorno) al 10.11.2018 (Tutto il giorno)
INCONTRI E RASSEGNE
Dal 06.11.2018 (Tutto il giorno) al 09.04.2019 (Tutto il giorno)
INCONTRI E RASSEGNE
INCONTRI E RASSEGNE
INCONTRI E RASSEGNE
INCONTRI E RASSEGNE
Dal 25.10.2018 (Tutto il giorno) al 04.11.2018 (Tutto il giorno)
INCONTRI E RASSEGNE
Dal 25.10.2018 (Tutto il giorno) al 04.11.2018 (Tutto il giorno)

Info utili

CALENDARIO DEGLI EVENTI
EVENTI DELLA SETTIMANA

Stay informed on our latest news!

Condividi contenuti