Piazza S. Matteo

Esempio di insediamento nobiliare altomedievale ben conservato, Piazza S. Matteo, con l’omonima chiesa trecentesca, circondato da palazzi con le caratteristiche bande bianche e nere, rappresentava il centro di potere della famiglia Doria e il segno tangibile del potere privato di una grande famiglia nella vita genovese del Medioevo.

La chiesa fu fondata nel 1125 da Martino Doria e in seguito riedificata in stile gotico. Sotto la finestra di destra è visibile la lastra marmorea della tomba del celebre ammiraglio Lamba Doria.

A metà del Cinquecento Andrea Doria ordinò una nuova veste decorativa per l’interno della chiesa e fece edificare, nella cripta sotto l’altare maggiore, la sua tomba.

Tutti i palazzi della piazza appartenevano alla famiglia Doria; al n. 17 il Palazzo Andrea Doria, caratterizzato da forme gotiche raffinate.