Palazzo Reale

Dimora nobiliare, reggia sabauda, splendido Museo Nazionale nel cuore della monumentale Via Balbi (sec. XVII), Palazzo Balbi - Durazzo, oggi Palazzo Reale, fu costruito nel XVII secolo dalla famiglia Balbi, su disegno di Pier Francesco Cantone. Nel 1677 fu ereditato da Eugenio Durazzo, che lo trasformò in un imponente edificio in stile barocco, simile ai palazzi romani. Nel 1824 entra in possesso dei Savoia, che lo adottano come propria residenza genovese: per questo oggi lo conosciamo come Palazzo Reale.

Oggi è di proprietà dello Stato ed ospita le sedi delle Soprintendenze della Liguria e La Galleria di Palazzo Reale.

Il Museo, aperto al piano nobile, presenta una serie di eleganti ambienti decorati e arredati nel Settecento dalla famiglia Durazzo e nell’Ottocento dai Savoia. Appartengono al XVIII secolo la Galleria degli Specchi, la Sala di Valerio Castello (il pittore autore degli affreschi), la Galleria della Cappella.

Risalgono invece all’epoca dei Savoia la Sala del Trono, la Sala delle Udienze, il Salone da Ballo.

Tra le opere esposte, meritano una citazione particolare due dipinti seicenteschi: il "Ritratto di Dama" e il "Crocefisso" del fiammingo Van Dyck.

Suggestivi le terrazze e il giardino, ricco di vegetazione e di piante esotiche. Degno di nota anche lo splendido risseu visibile nel cortile interno (I risseu sono pavimenti acciottolati che decorano piazze e sagrati delle chiese della Liguria).

Per informazioni su tariffe ed orari, si rimanda al sito della struttura.

Info utili

In treno: Stazione Piazza Principe, 5 min. a piedi In autobus: fermate Balbi 1 / Università - Zecca/Carmine o Nunziata
Accessibilità condizionata, la struttura presenta uno o più ostacoli fisici per cui si rende necessario l’assistenza del personaleNon sono ammessi animaliIngresso gratuito con City Card MuseiGenova per i bambini