Rolli Days Maggio 2019 - Le ville

Le stesse famiglie dell'aristocrazia genovese proprietarie dei palazzi dei Rolli patrimonio UNESCO, infatti, si facevano costruire anche splendide ville nei dintorni della città, decorate dagli stessi grandi artisti attivi in città, spesso affacciate sul mare e impreziosite da raffinati giardini.  Anche in queste splendide residenze venivano accolti sovrani, cardinali e ambasciatori, di passaggio a Genova durante la bella stagione.


Sabato 4 e domenica 5 maggio  saranno aperte al pubblico anche alcune ville di Cornigliano e Sampierdarena:

A Sampierdarena
Villa Imperiale Scassi: detta "la Bellezza" per il suo meraviglioso giardino oggi purtroppo in gran parte scomparso, venne fatta costruire da Vincenzo Imperiale negli anni Sessanta del Cinquecento all'architetto Ponzello, di scuola alessiana. Il magnifico ciclo di affreschi e stucchi della Loggia a mare, realizzato da Bernardo Castello e Marcello Sparzo, fu probabilmente ideato da Giovanni Vincenzo Imperiale attorno al 1602.
Per approfondimento si rimanda all'allegato.
Domenica 5 maggio la villa sarà regolarmente visitabile, con accesso da Largo Gozzano 3.

In occasione delle giornate di apertura dei Rolli Days, inoltre, Italia Nostra, sezione di Genova e Cercamemoria della Biblioteca Gallino  effettueranno quattro tour guidati alla scoperta dei percorsi delle ville conosciute e poco conosciute di Sampierdarena.
I tour si svolgeranno alle ore 10 di Sabato 4 e Domenica 5, a cura dei Cercamemoria.
Attenzione: i tour delle ore 16 di Sabato 4 e Domenica 5  sono stati annullati.
Sarà occasione per andare insieme alla ri-scoperta di un territorio carico di bellezze spesso dimenticate.
In allegato la mappa del percorso previsto.

 

A Cornigliano 
Attorno all’antica chiesa di San Giacomo  a Genova Cornigliano si trovano numerose ville costruite nel Cinquecento per gli aristocratici genovesi, alcune rinnovate poi nel Seicento e Settecento.  L’effimera rinascita borghese, seguita dall’oblio dell’epoca industriale, ha però conservato numerose di queste realtà: alcune intatte, altre trasformate da scoprire in un percorso accompagnato.

Attenzione: a causa dell'allerta idrogeologica:
- non sarà possibile fare riferimento al Welcome Point dei giardini Melis: i visitatori potranno recarsi direttamente alle Ville, dove potranno ricevere informazioni dai volontari.
- Villa Spinola Dufour sarà chiusa fino al termine dell'allerta meteo; con la proporga dell'allerta alle 24.00 del 5 maggio, quindi, non effettuerà apertura
- lo spettacolo "Moda dell'800 e abiti da viaggio. Sfilata, abiti e curiosità del periodo" a cura del gruppo Storico Culturale Sextum, previsto a Villa Dufour per le ore 17.00, è spostato a Villa Narisano

- il giardino di Villa Serra Ricchini sarà chiuso

 

Solo sabato 4, Welcome Point di fronte alla villa di Domenico Serra - giardini Melis: da qui partiranno tour accompagnati gratuiti, ogni 30 minuti circa

Lungo il percorso saranno presenti pannelli esplicativi, piccole esposizioni  e video.

Villa Domenico Serra (Welcome Point) - solo sabato 4:
Giardino e palazzo sono progettati da Andrea Tagliafichi per Domenico Serra nel 1787. L’edificio è in stile neoclassico, con logge laterali e scalinate simmetriche che partono dal ninfeo centrale. Il giardino, oggi trasformato in parco pubblico,  è ancora caratterizzato da due coppie di viali simmetrici divergenti che aggirano la costruzione per ricongiungersi nel piazzale retrostante.


Villa Gentile Bickley (Biblioteca Guerrazzi) - via N. Cervetto 35 - interni e cappella visitabili
Appartenuta alla famiglia Gentile dall’inizio del Cinquecento al Novecento, la villa presenta all’esterno una decorazione ottocentesca, mentre all’interno lo stile rococò conferisce unitarietà ai preesistenti elementi cinquecenteschi. Accanto al palazzo è ancora una parte del giardino che lo affiancava verso mare. Al piano terra si trova una cappella costruita nel Seicento.
 

Viilla Spinola Narisano – viale Narisano 14  - interni visitabili
Importante palazzo di tipologia locale con influssi alessiani, costituito da un volume cubico sormontato da tetto piramidale e affiancato da una possente torre. All’interno la struttura è tipicamente cinquecentesca; il piano nobile è caratterizzato dalla sequenza salone a mare – galleria – loggia a monte. Presenta alcune sale affrescate con scene mitologiche.
 

Villa Pallavicini Raggi - Via dei Domenicani 5 - interni parzialmente visitabili
Il massiccio palazzo, di forma parallelepipeda e con il prospetto principale sovrastato da un movimentato fregio barocco, è composto da una parte basale risalente alla metà del cinquecento e da una parte superiore più recente, probabilmente seicentesca. Frazionato in appartamenti a inizio Novecento, conserva però nelle varie porzioni elementi di grande pregio meritevoli di essere riscoperti e valorizzati. Visitabili lo scalone cinquecentesco e una pertinenza voltata su colonne all’esterno dell’edificio.

Villa Serra Ricchini - Via N. Cervetto 2 - giardino visitabile solo sabato 4 causa allerta meteo
Villa composta da un palazzo in stile neoclassico che fa da sfondo a uno scenografico giardino a terrazze collegate da scalinate simmetriche, arricchite da balaustre e da statue marmoree. Nei terrapieni si trovano ancora oggi nicchie e ninfei che movimentavano il grazioso parco all’italiana. 

Villa Spinola Dufour di Levante - Via Tonale 47 - giardino e interni visitabili - tour sulla torre - Domenica 5 maggio la Villa resterà chiusa fino al termine dell'allerta meteo.
Il palazzo, di tipologia locale, presenta una geometria movimentata che si conclude a valle con il salone collegato alla torre da una grande terrazza. Composto dalla sovrapposizione di elementi preesistenti è giunto fino a noi nella sua originale struttura cinquecentesca, arricchito da decorazioni manieriste e ottocentesche. Il giardino è di impostazione cinquecentesca; nella parte superiore è stato adattato allo stile romantico alla fine dell’Ottocento.
Domenica 5 maggio 2019 ore 17, a Villa Spinola Dufour di Levante, "Moda dell'800 e abiti da viaggio. Sfilata, abiti e curiosità del periodo" a cura del gruppo Storico Culturale Sextum.
Ingresso gratuito. Posti limitati alla capienza della sala. 

Chiesa di san Giacomo
Trasformata in sacrestia dall’ampliamento tardo ottocentesco, la chiesa antica, risalente a prima del Duecento e riedificata nel 1480, conserva ancora diversi elementi originali che richiamano la funzione centrale che questo edificio aveva nella società della Cornigliano cinquecentesca e dei due secoli successivi. Qui si trovavano le cappelle e le sepolture delle principali famiglie aristocratiche proprietarie delle ville circostanti. 

Gestione operativa in loco a cura di ASCOVIL (Associazione per la tutela e la valorizzazione dei Palazzi di Villa di Cornigliano). Spiegazioni a cura di volontari, ragazzi universitari e degli istituti: Bergese, Bernini, Calasanzio, Firpo, Marsano e Montale. Collaborazioni con: Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, Gruppo Storico Culturale Sextum, Gruppo Storico Sestrese e ragazzi del centro “La Magnolia” di Cornigliano.

Inoltre:

Sabato 4 maggio 2019, ore 21 - Villa Durazzo Bombrini, via Muratori 5
Ballo di primavera a villa Durazzo:  Il Gruppo Storico Sestrese in abiti ottocenteschi accoglierà i gli ospiti coinvolgendoli nelle danze. E’ gradito un elemento in stile Ottocento che richiami l’atmosfera dell’epoca.
Ingresso gratuito. Posti limitati alla capienza della sala. 
Si ringraziano in modo particolare: Coop Liguria - Società per Cornigliano ¬- Municipio VI Medio Ponente
Si ringraziano: Antonino Angotzi - Gianni Carosio - Camilla Donaio - Andrea Grillone - Roberto Guzzardi – Francesco Mammola - Mimmo Minniti - Riccardo Raffo - Agostino Rasore -  Paolo Scaccini - Paolo Storace - Museo Nazionale di Palazzo Reale - Fondazione Spinola - Palazzo Tursi - Sezione Alpini Cornigliano – Protezione Civile, Gruppo Genova Medio Ponente  - Associazione Nazionale Carabinieri

 

In Val Polcevera, inoltre, sabato 4 e domenica 5 maggio sarà possibile visitare anche:
Villa Cattaneo dell’Olmo (a cura di Fondazione Ansaldo)
Interni visitabili - Accessibile solo con visita guidata su prenotazione 
Prenotazione obbligatoria e informazioni: rossana.crosa@leonardocompany.com - 010 8594125
Nata come dimora di campagna, accanto al convento benedettino trecentesco di San Nicolò del Boschetto, la villa Cattaneo detta “dell’Olmo” apparteneva originariamente alla nobile Famiglia Grimaldi che risulta proprietaria di un fondo già nella seconda metà del secolo XV e di una villa con terreno circa un secolo dopo.

Useful information