Rolli Days Maggio 2019 - In Val Polcevera

L'edizione Maggio 2019 dei Rolli Days raggiunge la Val Polcevera, un asse viario strategico fin dai tempi dei Romani, da sempre il collegamento di Genova con il Nord Italia e con l’Europa, con diverse iniziative.

L’Abbazia del Boschetto sarà visitabile in esclusiva, dopo un lungo e importante intervento di restauro.
Il complesso monastico cistercense è nato nel XIV secolo, in una posizione strategica in alto sulla Val Polcevera; nel corso dei secoli molte famiglie dell’aristocrazia genovese sono intervenute nella sua decorazione, dai Grimaldi agli Spinola, ai Doria, ai Lercari.
Il Museo Diocesano di Genova conserva un prezioso “apparato effimero”, cioè una decorazione temporanea che veniva installata per il rito pasquale delle Quarant’ore proveniente proprio dall’Abbazia del Boschetto e dipinto nel Cinquecento su tela “blu di Genova”: con le dovute differenze, l’antenata del moderno jeans. – In allegato una scheda di approfondimento sull’Abbazia

L’Abbazia è visitabile su prenotazione venerdì 3 e sabato 4 maggio - I posti disponibili per le visite sono ESAURITI!
Sarà disponibile un servizio navetta con partenza in Piazza Fontane Maroseunica modalità consentita per l’accesso al complesso

La navetta effettuerà fermate intermedie a  Principe FS – Metrò Dinegro – Avio/Fiumara – Pieragostini/Fiumara 
In allegato il dettaglio degli orari e delle fermate

ATTENZIONE: dalle ore 6.00 di venerdì 3 maggio Corso Perrone sarà chiuso al traffico.
Questo non ha conseguenze sulle fermate, ma comporterà sicuramente ritardi nei tempi di percorrenza.

Si richiede quindi di essere presenti alla fermata richiesta con largo anticipo, per non creare ulteriori ritardi.

 

Liguria delle Arti - Lo spettacolo della bellezza
presso la Chiesa di San Bartolomeo della Certosa - Genova

Venerdì 3 maggio 2019 alle 21, i Rolli Days rendono omaggio all’importanza della Val Polcevera nella storia e nella cultura di Genova 

Pino Petruzzelli, attore e regista del Teatro Nazionale di Genova, legge Eugenio Montale,
Renzo Piano, Camillo Sbarbaro, Maurizio Maggiani e Giuseppe Mazzini
Eliano Calamaro, primo violino del Teatro Carlo Felice di Genova, esegue Nicolò Paganini e Camillo Sivori
Giacomo Montanari, storico dell'arte, racconta i monumenti funebri di Ambrogio e Orazio Di Negro, due uomini d'eccezionale valore, che hanno legato il proprio nome inscindibilmente alla storia di Genova.

Prima dello spettacolo, cerimonia di consegna dei fondi raccolti dal St. George’s club, fondato dagli Ambasciatori di Genova a Londra, insieme alla Charity Il Circolo e alla Camera di Commercio di Genova per il restauro del “Rissêu” della Certosa. Unitamente a NPH UK e Fondazione Rava, il club ha già donato dodicimila euro per le famiglie degli orfani della tragedia del Ponte Morandi.

La Certosa di San Bartolomeo di Rivarolo è un complesso monastico certosino, sorto nel 1297 e rinnovato nel Cinquecento; il chiostro conserva un magnifico rissêu, cioè un mosaico in ciottoli: ad oggi, è uno dei più ampi e antichi conservati in Liguria. La Parrocchia di S. Bartolomeo della Certosa ha iniziato una raccolta per i fondi necessari al restauro del risseu, un lavoro pluriennale: per sensibilizzare il pubblico, nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 maggio Gabriele Gelatti, artigiano e studioso del risseu, terrà delle dimostrazioni di lavorazione di questa tecnica nel chiostro e racconterà i segreti di quest'arte antichissima e del pavimento della Certosa .

Molte cappelle della chiesa furono acquisite e decorate da importanti famiglie cittadine, che si fecero interpreti di committenze artistiche d’alto profilo. Ad esempio, erano all’interno del Chiostro Grande della Certosa due magnifici portali in pietra nera opera di scultori ticinesi di fine XV secolo, che adornavano la cappella Doria e la gemella cappella Spinola. Rimossi durante il XIX secolo, sono oggi parte del patrimonio del Victoria and Albert Museum di Londra - In allegato una scheda di approfondimento sulla Certosa.
La Certosa di Rivarolo sarà visitabile sabato 4 maggio dalle 10 alle 17 e domenica 5 maggio dalle 12 alle 17.30 

Sabato 4 e domenica 5 maggio la metropolitana sarà gratuita. 

Useful information